Google lancia l’app Android Earthquake Alerts

Google lancerà entro il 2022 l’applicazione Android Earthquake Alerts. Tutti sappiamo quanto sia importante in situazioni di emergenza, risparmiare tempo. In casi di terremoti, gli studi dimostrano che è possibile prevenire più del 50% dei danni, se gli utenti ricevono un allarme tempestivo per mettersi in salvo. 

Come funzionerà l’app di Google?

L’applicazione utilizzerà i sensori negli smartphone Android per rilevare le scosse di terremoto in tutto il mondo. In particolare, il sistema rileverà in automatico le oscillazioni dell’accelerometro di ogni smartphone, per generare avvisi sulle fasi iniziali del terremoto. Android Earthquake Alerts sarà gratuita e fornirà informazioni istantanee sugli eventi sismici in corso vicino utenti.

La piattaforma rileverà, attraverso i numerosi dispositivi Android attivi in tutto il mondo, il movimento delle falde della terra. In caso di onde superiori alla soglia di pericolosità, l’app invierà un segnale contenente anche una posizione approssimativa ai server di Google. Solo dopo aver accertato la scossa, la sua localizzazione e la sua entità, verrà inviata notifica sugli smartphone degli utenti. Secondo gli esperti, sarà possibile avvisare gli utenti al primo rilevamento di onde primarie (onde P) perché sono le prime ad essere avvertite durante un terremoto. Il fine è di mettere al sicuro la popolazione prima dell’eventuale onda S, la più forte.

Nella notifica, gli utenti riceveranno varie indicazioni su come procedere, dal mettersi al riparo all’aggrapparsi a qualcosa durante le scosse. Naturalmente, queste notifiche potranno essere disattivate in ogni momento sui dispositivi. Certamente la piattaforma, per il raggiungimento dell’obiettivo, comunicherà con gli organi competenti in ogni Paese. Infatti, in California, Google collabora già con lo United States Geological Survey e il California Office of Emergency Services a questo scopo.
Ad oggi, la Nuova Zelanda e la Grecia saranno i primi paesi a provare l’app Android Earthquake Alerts. Attualmente il sistema è riconosciuto ufficialmente solo negli Stati Uniti, ma la novità è che Google ha deciso di diffonderlo anche nel resto del mondo.

Le parole dell’ideatore di Earthquake Alerts

L’ideatore del sistema è Boone Spooner, un product manager del team di Google. Spooner ha spiegato che “Quando un terremoto si diffonderà, il rilevamento inizierà dall’epicentro e si estenderà verso l’esterno”.

I telefoni che utilizzano Android, il sistema operativo per smartphone supportato da Google, contengono già accelerometri che rilevano la velocità del movimento. Quindi la tecnologia li ha praticamente utilizzati per trasformare i telefoni in sismografi.

Inoltre, a seconda delle dimensioni, del tipo di terremoto e della distanza dell’epicentro, le persone potrebbero ricevere un allarme di diversi secondi. Naturalmente, anche nell’epicentro gli utenti potranno ricevere una notifica, se i telefoni rilevano i primi movimenti del terremoto.

Fonti:

https://www.ansa.it/sito/notizie/tecnologia/hitech/2021/06/16/google-lancera-su-android-un-sistema-di-alert-terremoti_3e0c8b3c-01e6-4ea2-a334-d811810a7c9e.html

https://blog.google/products/android/introducing-android-earthquake-alerts-outside-us/

Foto: Pixabay

Condividi su:
Torna su